Arezzo: La Banca Gli Pignora La Casa E Lui La Da Alle Fiamme. Denunciato 36enne

 
 
 

Arezzo: Sarebbe stata la disperazione ad accompagnare il folle gesto di P. A., 36enne disoccupato di Arezzo, che, in preda ad un raptus di follia, avrebbe dato fuoco alla sua casetta in periferia, distruggendola quasi del tutto. Il motivo del gesto sarebbe stato il pignoramento che la banca stava effettuando a causa di forti debiti.

Lo stesso P. A. lo ammette poco dopo: “La banca mi stava per togliere tutto, perché da quando ho perso il lavoro non ero più in grado di pagare i debiti. Ho chiesto un poco di comprensione, ma mi hanno risposto di averne avuta già abbastanza nei miei confronti. Questa casa l’ha costruita mio padre, che ora non c’è più, e io avevo chiesto un prestito per ristrutturarla. Ma appena l’ho fatto la mia ditta ha chiuso, e ha lasicato 15 famiglie per strada. Forse ho sbagliato, ma non me ne pento. Questa casa era tutto il sangue della mia famiglia!”

Parole molto dure, e piene di rancore. Ad allertare i pompieri sarebbero stati i vicini, allarmati dal grande rumore e dalle enormi fiamme divampate durante l’incendio. L’uomo è stato ritrovato in stato confusionale fuori dalla casa, mentre osservava le fiamme che la avvolgevano, e non ha spiccicato parola durante i primi interrogatori. Adesso l’uomo risulta indagato per incendio doloso.

LEGGI ANCHE:

loading...

Leave a Reply